TAIFOUR ALLA POGBA PER UN BASTIA VERSIONE USA

TAIFOUR ALLA POGBA PER UN BASTIA VERSIONE USA

Il nuovo centrocampista del Bastia, con 3 presenze in Coppa d’Africa, arriva direttamente da Washington. E’ la scommessa del ds Cuppoloni su consiglio di Andrea Cappelletti della Paolo Rossi Academy. E Cocciari ha già iniziato a studiare la lingua

 

“Suo zio mi ha mandato dei video. Appena l’ho visto, ho detto: “Ma questo è Rijkaard”. Mandalo subito in Italia se vuole anche studiare la lingua”.

Nella foto Amman Taifour con Andrea Cappelletti

Nella foto Amman Taifour con Andrea Cappelletti

Detto fatto, Ammar Taifour, centrocampista classe ’97 con doppio passaporto sudanese e statunitense, 3 presenze in Coppa d’Africa con il Sudan, è arrivato in Italia per la prima volta 4 mesi fa, su consiglio di Andrea Cappelletti, Project Manager della Paolo Rossi Academy.

Il tempo di trasferirsi da Washington, dove vive, muovere i primi passi nell’Academy dell’ex Campione del Mondo e provare una settimana a Cannara, allenandosi agli ordini di Farsi nel finale dello scorso campionato, grazie all’amicizia tra Cappelletti e il ds Mauro Cuppoloni. Ecco così che, quando è passato al Bastia, il ds si è subito ricordato di quel centrocampista con le treccine.

“Sono molto felice di essere qui – spiega Ammar in inglese – perché Bastia è una società con una storia importante. Voglio giocare a calcio e studiare ma ci tengo a fare qualcosa di importante nel calcio qui in Italia”.

Lui Rjikaard non l’ha mai visto giocare e, a specifica domanda, il centrocampista non ha dubbi: “Il mio modello è Pogba”. Pronta la Dab per esultare? “Certo”. E allora chissà che anche Massimo Cocciari non impari la danza. Intanto c’è chi dice che un po’ di inglese l’abbia studiato.
Ma il dubbio che più attanaglia i tifosi biancorossi è uno, riassunto dallo storico tifoso Pistolino: “Ma co ste trecce, tu, gli dai bene de testa al pallone?”. “Don’t worry, Little Gun…”

Si ringrazia per l’articolo
eccellenzacalcio.it

Leave a Reply